Beyerdynamic DT 770 PRO 80 Ohm Cuffie da Studio: it: Elettronica

Beyerdynamic DT 770 PRO 80 Ohm Cuffie da Studio: it: Elettronica

(10 valoraciones de clientes)

158,00

Marchio Beyerdynamic
Tipo di connettori Cablato
Nome modello DT 770 PRO
Colore Nero
Forma cuffie On Ear
Tipo di connettore /
Noise Control Isolamento acustico

Categoría:

Descripción

Le DT 770 PRO (80 ohm) sono cuffie dinamiche, chiuse, adatte per applicazioni professionali come cuffie di monitoraggio in studio o in viaggio.

Caratteristiche

• Cuffia da studio chiusa equalizzata a campo diffuso

• Innovativo sistema bass reflex

• Solida struttura della staffa in acciaio per molle

• Conduzione cavo unilaterale

• Pad auricolari morbidi

• Jack dorato da 3,5 mm e adattatore a vite da 6,35 mm

10 valoraciones en Beyerdynamic DT 770 PRO 80 Ohm Cuffie da Studio: it: Elettronica

  1. M. D.

    Quelle a 250ohm sono probabilmente le cuffie più consigliate per l’ascolto critico in studio, dal momento che sono estremamente neutre e dettagliate. Tuttavia sono inutilizzabili senza un amplificatore, e per questa ragione mi sono indirizzato verso le 80ohm, sperando mantenessero comunque una simile qualità sonora.Prime impressioni: la costruzione è fenomenale, solida e compatta (mi viene da ridere a pensare alle mie vecchie AKG con la loro inquietante tendenza a dissaldarsi!), il comfort è molto buono, si possono indossare a lungo senza avvertire problemi o stanchezza. Unico difetto a mio parere il filo lunghissimo e non intercambiabile (ma almeno non è spiralato!).La chiusura le rende davvero buone anche per lavorare senza disturbare chi ti è intorno o per quando si registra in studio: l’isolamento è ottimo.Suono: qualità sonora davvero impressionante e precisa, lungo tutto lo spettro delle frequenze! Rispetto alle 250 percepisco una maggior presenza dei bassi, che rende indubbiamente più piacevole l’ascolto ‘casuale’, ma nello studio di registrazione va tenuto in conto, perché mixando si tenderà istintivamente a compensare. Se si è abituati ad altre cuffie ci si deve fare l’orecchio, o comunque confrontarsi spesso con i monitor di riferimento.Per tutto il resto si confermano estremamente dettagliate e precise e per lo più adatte sia alla produzione musicale che all’ascolto casuale. Eccellente rapporto qualità/prezzo!

  2. Froz3n

    Ho acquistato queste cuffie per utilizzarle a casa, nel mio studio di registrazione, e sono rimasto incredibilmente sorpreso dalla qualità di quest’ultime.Le ho collegate ad un Rode NT USB, microfono che non sfrutta al 100% queste cuffie ma che mi hanno già largamente soddisfatto.I padiglioni sono in tessuto morbido, li cercavo esattamente così perché sto parecchio tempo con le cuffie addosso.Il cavo è molto lungo e resistente, arriva con un jack grande che si può svitare per rivelare il jack da 3.5 mm.Sono leggere ed è un piacere usarle.Mi trovo benissimo, consigliatissime.

  3. Manuel

    DT770 PRO 80 OHM STUDIOCuffie chiuseCavo molto e bello spesso.Design semplice e pulito.Ottima resa sonoraFacili da pilotare.Adattatore jack da 6.3mmLe cuffie si presentano in una confezione molto semplice, dove saranno tenute da un pezzo di cartone con il filo all interno. Nella confezione troveremo dei foglietti con specifiche ed una piccola borsettina per il trasporto delle cuffie stesse.A primo impatto, ciò che non mi convinceva moltissimo erano i materiali, però dopo averle maneggiate personalmente, posso garantire che i materiali risultino molto resistenti e ben curati, con un aspetto molto professionale e semplice.I padiglioni sono molto comodi e mantengo le orecchie isolate da eventuali rumori esterni.Attualmente uso le cuffie con un smsl m3, e non sto notando nessun problema, riesco tranquillamente a gestirle con una buona resa sonora.Il reparto audio, risulta pulitissimo con un ottimo soundstage (nonostante siano chiuse)Cuffia con buoni medio-alti, ma che tendenzialmente da il meglio di se con i bassi, molto dettagliati e coinvolgenti, la rendono particolarmente adatta ai generi dell elettronica.Mi sento di consigliare queste cuffie, a chi come me ascolta principalmente musica elettronica, visto non resterà per niente deluso, dai toni caldi e fedeli che riuscirà a restituire.

  4. Marco

    Al prezzo cui vengono vendute (118 finché scrivo) non c’è da pensarci più di tanto, vanno comprate e basta. Sono un classico, sono iconiche, e suonano meravigliosamente. Sono le cuffie più recensite della storia per cui non è che possa aggiungere più di tanto. Mi limiterò quindi a rispondere ai dubbi che avevo prima di comprarle sperando che possa essere utile.1. Potrò usarle con computer/telefono senza un amplificatore dedicato?Si, senza problemi. Con iPhone + adattatore suonano bassino ma comunque usabile (in ogni caso vista la mole delle cuffie non le vedo tanto adatte a portarle in giro). Con MacBook Pro e il volume al massimo mi fanno male lo orecchie. Con un iMac arrivo a metà volume. Con l’uscita cuffie di un microfono (Rode usb mini) il volume è ancora più alto ma il suono non cambia più di tanto, se non nei brani con tanta batteria che risulta più evidente e controllata. Probabilmente con un buon amplificatore andranno anche meglio ma già così ho il sorriso stampato in faccia.2. È vera la storia degli alti fastidiosi?NO. Almeno a volumi umani nessun affaticamento. Comunque è vero che gli acuti sono la parte più debole della cuffia. Ogni tanto qualche suono sibilante pare poco naturale e in generale meno dettaglio che sulle altre frequenze.3. Sono comode?Abbastanza, anche con gli occhiali, ma se la pressione fosse un po’ meno sarei più contento. Speriamo che con il tempo si allenti leggermente l’archetto anche se non credo perché sono robustissime.4. Come suonano?Piacevolmente ruffiane ma non distanti dalla neutralità. Ottima separazione e ampiezza. Il basso è molto potente e ben dettagliato. In qualche brano leggermente in evidenza ma sempre godibile. I medi sono ben presenti e molto naturali. Come dicevo gli acuti sono forse il punto più debole ma senza drammi. La voce, anche il parlato, è restituita con timbro corretto per cui si prestano anche al monitoraggio di registrazioni vocali.Consigliate!

  5. Andrea

    Ero indeciso se prendere la versione da 32, 80 o 250 ohm, alla fine ho optato per la via di mezzo.Di fatto ho un amplificatore che potrebbe pilotare anche quelle da 250 ma visto che queste sono le uniche cuffie di livello che possiedo (per ora…) ho pensato fosse meglio prendere la versione che, pur beneficiando di un amp, potesse essere pilotata anche da dispositivi meno raffinati.Effettivamente le DT 770 da 80 ohm riesco ad usarle anche su un Galaxy A40 (smartphone di fascia bassa), certo il volume va messo al massimo ma suonano abbastanza bene.Ma quando sto ascoltando su pc dei file FLAC allora le connetto ad un DAC/AMP esterno per sfruttare il loro potenziale. A quel punto l’audio risulta più corposo e dettagliato, e potrei alzare il volume fino a farmi saltare i timpani.Difficile dire se siano più adatte ad un genere musicale rispetto ad un altro, ma posso dire che le percussioni in particolare sono rese benissimo.Invece ammetto che le note alte di alcuni strumenti (tromba e sassofono per esempio) possono risultare un po’ «dolorose» vista la brillantezza dei toni alti tipica del marchio Beyerdynamic.In ogni caso per ascoltare musica, vedere film e persino per videogiocare queste cuffie si comportano molto bene.Per quanto riguarda qualità dei materiali e comodità le ho trovate sorprendenti.Le ho indossate per pomeriggi interi senza nessun problema: i pad sono rivestiti in morbido velluto e isolano molto bene (con musica a volume medio non sento quasi nulla di quello che mi succede intorno), la pelle dell’archetto è ugualmente confortevole, i componenti in plastica e metallo sono leggeri oltre a sembrare robusti e durevoli.Con il clima mite di questi giorni non scaldano, ma è ovvio che d’estate lo faranno, dubito che esistano cuffie over-ear chiuse che non diano fastidio se ci sono più di 25 gradi.Difetti ne hanno? Sì ma sono trascurabili.Il cavo non rimovibile può essere un limite visto che l’ideale sarebbe poter scegliere se usarne uno da 3 metri o uno da 1,5. C’è da dire che è un buon cavo e che si può avvolgere senza problemi.Inoltre i cavetti esposti tra archetto e padiglioni un po’ mi preoccupano visto che non ci sono abituato, ma conferiscono alle cuffie un non so che di vintage che non guasta mai.Infine il meccanismo per regolare l’ampiezza dell’archetto è un po’ duro e impreciso.

  6. Anthony Caridi

    Avevo visto questa cuffia indossata da Albertino e Nikky in radio, allora ho pensato che se la usavano loro sicuro era una cuffia di un certo livello. Ammetto che non conoscevo ne la marca ne la sua storia, mi sono fidato solo del fatto che la usavano loro… e ho fatto bene. Ottima cuffia, leggerissima e con un suono incredibile. Prima di questa usavo una AKG da studio semi aperta che non suona male, ma questa è spettacolare. Isola dall’esterno in modo impeccabile, ha un suono caldo e pieno ma senza dargli «colore» o aggiungendo «sfumature». Ascoltando in cuffia o con in monitor Genelec suonano allo stesso modo.E’ ovviamente una cuffia DA STUDIO per essere usata in situazioni di monitoring o di radio. Non per un uso, per esempio, con un telefono o simili sarebbe uno spreco oltre che un pericolo: isolando quasi completamente dall’esterno si rischia, se usate per strada, di non sentire eventuali suoni esterni come l’avvicinarsi di una macchina o altro…

  7. Giuseppe

    Arrivata in pochissimo tempo ed in perfette condizioni ; aperto il pacco ho controllato il funzionamento e le condizioni, dopo ho messo la cuffia in rodaggio 3540 ore a volume appena sotto il medio volume con un lettore Flac.Finito di rodarla l’ho provata per prima cosa sotto il mio impianto HI-FI ( ampli rotel A14 + lettore Arcam FMJ CDS27) facendo girare un SACD… Beh direi che fa il suo sporco lavoro. (Per l’audiofilia c’è sicuramente di meglio; ma l’acquisto fatto non è per questo tipo di utilizzo)Per il costo che ha va decisamente più che bene; finito il test l’ho riportata nel mio piccolo Home studio , dove rimarrà spero per lungo tempo.ps:Sono un bassista; la cuffia secondo me risponde molto bene ed è comodissima

  8. Roberto Invernizzi

    Che dire non hanno bisogno di presentazioni. Queste cuffie sono veramente ottime, con un rapporto qualità-prezzo notevole. Restituiscono il suono in maniera molto fedele. Io le utilizzo in sessioni di registrazione (chitarra elettrica ed acustica), isolano piuttosto bene ed hanno un confort veramente incredibile. Con i pad auricolari in velluto sembra di non indossare nulla.Forse l’unico neo è l’impossibilità di scollegare ed eventualmente sostituire o scambiare il cavo dagli auricolari in quanto il cavo è saldato all’interno della cuffia sinistra. A parte questo dettaglio (che può tranquillamente non essere un problema) sono cuffie veramente eccezionali.

  9. Steve Nash

    Ho aspettato un po’ di tempo prima di scrivere la ecensione..volevo essere sicuro di esprimere un giudizio il più possibile oggettivo, senza l’effetto «bambino impaziente che spacchetta il regalo compulsivamente strappando la confezione». Beh, che ci crediate o no, l’effetto bambino ce l’ho ancora, ogni qualvolta le estraggo dalla custodia rigida (aihmè acquistata a parte..unico neo). Premetto che le utilizzo esclusivamente per suonare il basso elettrico collegate all’amplificatore e quindi le ho scelte con l’impedenza 80 Ohm…il suono arriva «dritto» come deve arrivare senza enfatizzazioni artificiali. Se pensate di ascoltarci musica con lo smartphone e/o altri lettori e sollecitare martello, incudine e staffa del vostro povero orecchio con cassa in 4 pesante, scegliete impedenze più basse o direttamente altre cuffie. Il cavo è lungo a sufficienza, i padiglioni morbidi e avvolgenti, sono leggere e non stancano nemmeno dopo aver provato 2 ore continuate un pezzo che non vi riesce (dannato Flea)..insomma, come da titolo, NON ESITATE!

  10. Bruce

    Dopo 10 mesi di utilizzo questa cuffia è rimasta intatta: non c’è alcun segno di usura o di deterioramento anche nelle parti sostituibili, eccezion fatta solo per i pad (cuscinetti), giustamente, si vede che sono state utilizzate per molte ore, ma sono comunque in ottimo stato. La solidità, la costruzione della cuffia è eccellente. Da questo punto di vista l’unica imperfezione è dovuta al fatto che il filo non è sostituibile ma fisso. E’ una cuffia comoda: può essere utilizzata anche con occhiali dalle medie dimensioni dell’asta. L’unica imperfezione è la significativa pressione che può creare fastidio in sessioni lunghe. I pad in velluto sono straordinariamente confortevoli e contribuiscono il comfort anche in estate, infatti iniziano a riscaldare dopo i 27/30 gradi C. Non sono un esperto di audio, ma ho utilizzato molte cuffie e posso dire che questa cuffia suona bene: riproduce in modo abbastanza chiaro ogni strumento o suono. In particolare i bassi, molto piacevoli anche gli alti e discreti i medi. Per quanto riguarda la qualità generale del suono dipende molto da cosa si ascolta, dal tipo di file e dai nostri gusti personali. Nel suono di questa cuffia sono presenti sopratutto i bassi e gli alti, mentre i medi sono presenti ma meno chiari. In generale penso sia un ottima cuffia anche dal punto di vista di riproduzione del suono, considerando la fascia di prezzo. Naturalmente dipende dai gusti personali e da cosa si sta cercando ( ci sono ottime cuffie più incentrate verso i medi oppure cuffie aperte in questa fascia di prezzo.) L’ho provata , per curiosità, anche senza amplificatore su piccoli dispositivi mobili: la scena sonora è ridotta, anche il volume, però si ascoltano tutti gli strumenti con chiarezza, ovviamente va abbinata ad un amplificatore idoneo, non avrebbe senso comprare questa cuffia senza amplificatore. Se cercate una cuffia chiusa, con queste caratteristiche, bassi ultra potenti, precisa e dal buon suono, questa cuffia è perfetta. Dal punto di vista costruttivo penso sia tra le migliori nella sua fascia di prezzo. Consigliato.

Solo los usuarios registrados que hayan comprado este producto pueden hacer una valoración.